In casa il libro lo si vuole esposto

Il libro stampato viene percepito spesso come parte della casa. FOTO: Kari Mankonen, archivio.

Il libro stampato viene percepito spesso come parte della casa. FOTO: Kari Mankonen, archivio.

Hämeen sanomat, LM

Per molti il libro significa più di quello che contiene al suo interno. Il libro può essere parte dell’arredo, così come un importante oggetto ricordo.

La studentessa Anna Kajander, del dottorato dell’università di Helsinki, approfondisce nella sua tesi 500 storie riguardanti il significato della lettura nella vita dei finlandesi.

Secondo la ricercatrice, il libro stampato fa spesso parte della casa.

– I lettori sottolineano il ruolo del libro nel sentirlo tra le mani, nel profumo e nella bellezza dell’oggetto, che aiuta a concentrarsi sul testo e ad entrare nel racconto. Si vogliono esporre i libri così da ricordare cosa nella lettura è bene e prezioso.

Con l’e-book la sfumatura del racconto cambia.

– Per alcuni sono versioni ridotte e anacquate del vero e autentico libro.

– Altri invece li ritengono particolarmente benvenuti, comodi e un’alternativa salva tempo, dando la possibilità di facilitare la lettura e l’acquisto dei libri.

A molti lettori la circostanza influenza la scelta.

– In viaggio può andar bene un e-book e un dispositivo di lettura, ma in una silenziosa sera a casa si sceglie più volentieri la versione del libro stampato. La questione non è il confronto, ma la solida libertà di scelta della lettura.

Kommentointi on suljettu.

css.php