Lo scorrere del tempo ha saltato le associazioni?

La presidente dell'associazione per il cuore Anja Valta (sx) e la segretaria Pirjo Ventola credono che l'associazione per il cuore nella provincia di Hämeenlinna è d'aiuto per molti. L'importante è che nessuno rimanga a casa ad affliggersi. FOTO: Esko Tuovinen

La presidente dell’associazione per il cuore Anja Valta (sx) e la segretaria Pirjo Ventola credono che l’associazione per il cuore nella provincia di Hämeenlinna è d’aiuto per molti. L’importante è che nessuno rimanga a casa ad affliggersi. FOTO: Esko Tuovinen

  • In Finlandia ogni settimana vengono istituite tre nuove associazioni sociali e sanitarie.
  • Le attività delle organizzazioni sono gestite, tutto il tempo, da una manciata di attiviste che stanno invecchiando.

Hämeen sanomat, Saila Karpiola

Hämeenlinna

 

La finlandia è la terra promessa di decine di migliaia di associazioni. Nuove associazioni vengono istituite in proporzione a quelle vecchie che vengono chiuse, anche se l’età media dei membri è continuamente in aumento.

 

Quei rari nuovi membri che convinciamo a partecipare sono nati negli anni ’30”

Anni Salokannel, vicepresidente dell’associazione per la disabilità visiva di Kanta-Häme

 

L’età media dell’associazione per il cuore nella provincia di Hämeenlinna, 74 anni, e dell’associazione per la disabilità visiva, 71, non sono una media eccezionalmente alta. In molte associazioni possono entrare nella sezione giovani quelle persone le quali non sono ancora in pensione.

– Quasi tutti i giorni pensiamo a come poter ottenere giovani e in generale, nuovi membri nell’attività. Quei rari nuovi membri che convinciamo a partecipare sono nati negli anni ’30, afferma la vicepresidente dell’associazione per la disabilità visiva di Kanta-Häme, Anni Salokannel.

I giovani sarebbero pronti ad operare, ma non vogliono legare con gli anziani stessi dell’associazione e in generale con le organizzazioni rigide.

L’eccezione è data dall’associazione Setlementti, la quale si concentra sulla cooperazione e non sulla quantità dei membri.

– La questione è data da un unico problema. Nelle associazioni non troviamo delle guide che prendono posizione nella responsabilità e le persone avanzate con l’età si stancano. In Finlandia si sono dovute pure chiudere delle associazioni per questo motivo, racconta il segretario generale dell’associazione sociale e sanitaria della Finlandia (Soste), Vertti Kiukas.

In Finlandia attualmente ci sono oltre 140 000 associazioni, di cui 10 000 sono organizzazioni socio-sanitarie. I membri delle associazioni sono 1,3 milioni e i volontari 0,5 milioni.

Anche se le vecchie associazioni vengono chiuse, ogni settimana ne vengono istituite tre nuove di tipo sanitario.

– Nelle associazioni la quantità di lavoro è l’equivalente di 20 000 persone-anno. Senza queste associazioni, in Finlandia, le persone malate non potrebbero avere una quantità d’aiuto del genere. Nell’attività dell’organizzazione sono presenti in totale 260 000 sostenitori tra pari, afferma Vertti Kiukas.

Kiukas crede che l’assistenza sanitaria finlandese non potrà mai rammendare l’apertura lasciata dalle organizzazioni.

Il registro delle associazioni, gestito dal consiglio del registro Patentti-ja rekisterihallitus (PRH), riordina il proprio registro dalle associazioni chiuse già a gennaio.

Sotto la minaccia di chiusura stanno circa 40 000 associazioni, da cui non si è sentito più nulla dall’anno 1995.

Vertti Kiukas sospetta la fine delle cifre annunciate perchè per la chiusura di un’associazione c’è bisogno di soldi e burocrazia. Chi si occupa della scartoffia e dei pagamenti se l’associazione non ha membri?

Alle associazioni vengono associate tante inutili burocrazie. Ad esempio la pratica per chiudere l’associazione dovrebbe essere facilitata di gran lunga, esige Vertti Kiukas.

Un buon esempio di regolazione rigida potrebbe essere quello che molti comuni esigono, da colui che affitta la palestra della scuola, il passaporto igiene, e da colui che organizza gli eventi, la patente di guida alla circolazione.

– Nelle associazioni bisogna operare anche se non fosse presente un superiore dell’organizzazione, osserva Kiukas.

La presidente dell’associazione per il cuore di Hämeenlinna, Anja Valta e la segretaria Pirjo Ventola ritengono che la forza dell’associazione sia data dalla conoscenza e dal sostegno tra pari.

La propria posizione aiuta a passare oltre le peggiori pietre e se questo non accade, è bene essere vicino come amico da cui ricevere aiuto.

– Noi abbiamo 634 membri ma l’età media è salita già a 74 anni. Vorremmo davvero tanto con noi persone più giovani, ma questi vogliono lavorare tra di loro. Peccato che a Hämeenlinna non ci sia un funzionale gruppo di giovani.

L’associazione per la disabilità visiva di Kanta-Häme ha gli stessi problemi. Entrambe le associazioni hanno le proprie aree operative, centinaia di membri e l’età media degli associati è di oltre 70 anni. Non ci lasciamo abbattere, già solo le attività sono diverse, dai circoli alla ginnastica.

– Il lavoro di cooperazione rimane scarso. A volte qualcuno ci chiede di andare con loro ad esempio a giocare, non capendo che noi non ci vediamo, commenta Anni Salokannel.

Così come Anni Salokannel, anche Anja Valta e Pirjo Ventola ringraziano l’associazione per farle stare fuori casa. Insieme tutto sembra più facile.

– Ho lasciato i lavori già in anticipo per poter aiutare gli altri malati di cuore e dare loro sostegno. Attraverso l’associazione ciò è reso possibile, loda Anja Valta.

Kommentointi on suljettu.

css.php