Una costruzione di vecchia data è un buon investimento

L’indice di protezione della costruzione non è, per lo sviluppatore del bene immobile Petri Yrjö-Koskinen, un impedimento alla collocazione ma rivela il valore della struttura. FOTO: Esko Tuovinen.

L’abitante gode della bellezza ma anche della storicità della zona di abitazione, del vissuto e delle storie.

Una costruzione di cento anni ha buone probabilità di durare ancora altri cento.

 

Hämeen sanomat, Anu Kankaansydän

Hämeenlinna

 

– Non c’è motivo di rendere musei le costruzioni di vecchia data ma bisogna contribuire a far continuare la loro vita. Quando si combinano in modo proficuo nuovo e antico, nascono delle zone in cui si ci sta volentieri, considera lo sviluppatore del bene immobile Petri Yrjö-Koskinen.

Trasferitosi da Riihimäki a Hämeenlinna, Yrjö-Koskinen valorizza, mantiene e rinnova l’insieme degli edifici di vecchia data. Egli ammira la storia valorosa di Hämeenlinna, nella quale vuole partecipare a preservarla e svilupparla.

– I ben costruiti e bei vecchi edifici sono di valore, ma le vecchie storie aggiungono altra ricchezza. La conoscenza sulla vita degli abitanti precedenti risveglia il sentimento che ti porta a pensare di essere anche te un tassello della storia.

 

”Dalla fine del 1960 la qualità della costruzione è diminuita e continua ancora, inaccettabilmente spesso, ad essere non buona.

 

Petri Yrjö-Koskinen si è trasferito a Hämeenlinna un paio di anni fa comprando l’intera proprietà terriera di Perttula con le sue decine di costruzioni. La scorsa primavera l’ex caserma, Suomenkasarmi, è diventata di sua proprietà.

Nella ex caserma i lavori di riparazione e la costruzione di nuove strutture si svolgono velocemente. Quattro nuove costruzioni colmano l’area antica, delle quali si ristrutturano gli edifici per renderli abitabili.

– Purtroppo non ho potuto influenzare sulla pianificazione delle nuove case. Ritengo importanti le belle e spaziose rampe di scale nei corridoi, che danno alla casa carattere e agli abitanti intrattenimento.

– Nelle costruzioni del giorno d’oggi, la qualità un po’ migliore e i dettagli si valorizzano troppo poco, ma questi si possono ancora ammirare nelle case antiche.

Yrjö-Koskinen non si spaventa degli edifici di vecchia data, poichè vede in essi, oltre che ai valori storici e conservati, anche valori economici.

– La pianificazione dell’utilizzazione del territorio serve per salvaguardare le costruzioni da demolizioni avventate. Gli abitanti non sempre vedono negli edifici i valori dalla parte della conservazione.

Secondo il pensiero di Yrjö-Koskinen, l’indice di protezione non diminuisce il valore della costruzione. Anche se il proprietario non vede il valore da preservare, un edificio indicato valoroso e da salvaguardare, secondo lo sviluppatore del bene immobile, troverà sempre un proprietario adatto.

A Hämeenlinna si discute attualmente sull’avvenire dell’insieme di edifici a Sairio e Hätilä.

Classificato di valore a livello nazionale, la zona della casa del veterano di Sairio è stata preservata, grazie al fatto che gli abitanti stessi hanno scelto l’aspetto e lo spirito della zona. Yrjö-Koskinen lo considera un buon modo per conservare, ma è presente il suo pericolo.

– Si formano delle situazioni in cui le case possono finire in mani sbagliate, vengono abbattute e al loro posto risorgono delle nuove che spezzano l’aspetto del luogo. Questo si può contrastare solo con la pianificazione dell’utilizzazione del territorio.

Nel peggiore dei casi anche la grande zona di Perttula si poteva trasformare in una zona di villette a schiera o di condomini, da cui le vecchie case stile empire sarebbero state abbattute.

Una vecchia casa, se è già durata cento anni o più, Yrjö-Koskinen di certo non va ad abbatterla. L’età testimonia la sua buona condizione e promette che la costruzione resisterà altri cento anni.

– Quando una costruzione vecchia e bella viene abbattuta, non la si può più riavere in nessun modo.

A Petri Yrjö-Koskinen interessano le costruzioni di vecchia data anche per quanto riguarda le tecniche di costruzione. Con la propria esperienza, egli ha notato che dalla fine del 1960 la qualità della costruzione è diminuita e continua ancora, inaccettabilmente spesso, ad essere non buona.

– L’orgoglio professionale prima garantiva qualità. Ora non si prende più la responsabilità del proprio lavoro. Nei grandi cantieri, nessuno sa a chi appartengono le impronte delle mani sui diversi muri.

I primi appartamenti d’affitto sono stati rifiniti a Perttula e i lavori nell’ex caserma proseguono con i lavori d’interno già nell’arco di quest’inverno.

Yrjö-Koskinen ha comprato, ristrutturato precedentemente e vende tutt’ora strutture secolari di vecchie guarnigioni anche dalle città di Riihimäki e Lahti.

Kommentointi on suljettu.

css.php