La quantità di luci natalizie ha fatto della casa un punto d’attrazione

L’abitazione ricorperta di luminarie natalizie è un posto molto fotografato. Il posizionamento delle luci dura intere settimane di novembre, dato che Satu Pudas in primavera toglie l’85 per cento delle luci del giardino e le porta in una palestra lì vicino ad aspettare il prossimo Natale. FOTO: Juhani Salo.

  • Il consumo energetico di 50 000 lampadine a led viene a costare d’inverno circa 500 euro.
  • La proprietaria della casa illuminata considera l’arredamento del proprio giardino un artistico passatempo.

Hämeen sanomat, Riikka Happonen, LM

Janakkala

Lungo una strada appartata, nel mezzo del bosco sorge un’abitazione che, in questo periodo dell’anno, è visibile da lontano. Si tratta, probabilmente, dell’abitazione più natalizia della Finlandia, dato che la decorano un primato di 50 000 lampadine a led.

Nel giardino si intrecciano scatole di derivazione e centinaia di metri di prolunghe. Oltre che a illuminare la casa, le luci illuminano la prossimità del bosco, il quale è pieno di splendenti renne, coniglietti, pinguini e uccelli.

Satu Pudas ha avuto l’idea 11 anni fa, quando ha fatto visita ad amici i quali avevano i perimetri della casa illuminati da lampadine a led. Ancora lo stesso inverno la sua abitazione era illuminata da poco più di duemila luci.

Dopo quella volta il numero è aumentato sorprendentemente, tanto che Pudas non riesce nemmeno lei a stare dietro ai conti.

– Il numero di luci per me non è più chissà che, ma l’importante è quello che offre nell’insieme. Ho una grande passione per arredare il giardino. Questa è per me, come se fosse arte: voglio creare qualcosa di bello, afferma Pudas.

La maggior parte delle luci che utilizza sono le solite ordinarie catene luminose di colori diversi, ma sono presenti ad esempio, anche  figure di animali, reti luminarie e ghiaccioli, dove la luce sembra scorrere dall’alto verso il basso.

– In Finlandia la varietà di luci è scadente, in ogni negozio ci sono gli stessi articoli. Ma di tanto in tanto ci si sorprende positivamente.

 

Per la notte le spengo, così da dare pace sia ai vicini che agli animali del bosco. Non riuscirei nemmeno io a dormire con la luce.

Satu Pudas

Il collocamento delle luci natalizie nel giardino imboscato di casa, è arte. Nella scelta delle luci Satu Pudas preferisce gli animali del bosco e altri soggetti naturali che sono adatti all’ambiente. Anche il tetto della casetta della spazzatura ha ricevuto ai lati molte decorazioni luminarie.

Pudas inizia a posizionare le varie luci solitamente il primo giorno di novembre nella finestra della cucina e prima di passare all’esterno decora ogni stanza alla volta.

Per appendere tutte le decorazioni ci vogliono circa tre settimane.

– Conto sul fatto che tutto sia pronto nella prima settimana di Dicembre.

L’abitazione di Janakkala a Kanta-Häme, con il passare degli annni si è già quasi trasformata in un punto turistico: i visitatori giunti da più lontano sono da Turku e Helsinki. La circolazione nella piccola strada fuori mano si fa più caotica verso Natale.

– La vigilia di Natale c’è un grande viavai, la strada è proprio bloccata. Quest’anno, per la sera di tale giorno, ho organizzato anche un babbo Natale.

Nel suo lavoro Pudas vede di negativo solo una cosa: la circolazione che da fasidio ai vicini.

– A nessuno piace che la gente va continuamente a girare nel proprio giardino. Nel nostro giardino certamente si può. In più auguro alla gente di avere la pazienza di guidare con attenzione e usare i catarifrangenti.

Nei giorni feriali, le lampadine a led si accendono alle quattro del pomeriggio e brillano fino alla sera alle undici, nel fine settimana invece fino a mezzanotte.

– Per la notte le spengo, così da dare pace sia ai vicini che agli animali del bosco. Non riuscirei nemmeno io a dormire con la luce, racconta Pudas.

Ma quanto costa tutto ciò?

Satu Pudas non sa dire quanti soldi siano andati spesi per il suo passatempo, ma quest’anno ha comprato delle nuove lampadine dal costo di circa 700 euro in totale.

Secondo i conteggi dell’impresa pubblica Motiva, una serie di 80 luci natalizie viene a costare, in cento giorni, circa 80 centesimi se le luci sono accese otto ore al giorno.

Stando a ciò, il consumo energetico del mare di luci di Satu Pudas verrebbe a costare d’inverno circa 500 euro.

Satu Pudas non si spaventa del costo del suo passatempo.

– Questo è il mio genere d’inverno. Verrebbe a costare un po’ anche andassi in Lapponia a sciare.

Le sue luci splendono da novembre a febbraio. Solitamente Pudas le spegne nelle prime settimane di febbraio.

– Dopodichè giunge proprio il buio. Sembra davvero assoluto, dopo essersi abituati ad un mare di luci.

Kommentointi on suljettu.

css.php