Come regalo di Natale viene tuttora scelto il libro

Visitatori alla fiera del libro di Helsiki 27 ottobre 2016. FOTO: Roni Rekomaa

Nelle librerie, la stagione di Natale frutta gran parte della vendita annuale.

Hämeen sanomat, Johanna Latvala, STT

Helsinki

La vendita nel periodo di Natale è tuttora un tassello fondamentale per la vendita totale annuale delle librerie. Nell’arco di tempo che intercorre dal giorno della festa del papà (in Finlandia il 13 di novembre) al giorno di Natale, si vendono libri di narrativa addirittura per il 40 per cento della vendita totale annuale, afferma l’organizzazione Kirjakauppaliitto.

Quest’anno al posto favorito sale Harry Potter e la maledizione dell’erede (Harry potter ja kirottu lapsi), presume l’amministratore delegato dell’organizzazione, Katriina Jaakkola.

Secondo Jaakkola gli e-book non hanno allontanato il libro tradizionale nelle scelte dei regali di Natale. La quota di e-book sul totale delle vendite è di solo qualche percentuale.

– Da un anno all’altro i libri sono dalla parte dei regali più importanti, più desiderati e più donati. Gli e-book quasi non si vedono nelle compere natalizie, il libro tradizionale da più soddisfazione nel momento dell’incarto, racconta Jaakkola.

Secondo il direttore vendita della libreria accademica Kirjatalo, Aki Järvinen, sembra che anche i giovani necessitano di un libro concreto.

– Tutti hanno sempre a portata di mano un cellulare o un qualche dispositivo elettronico. Quando si vuole un pò rilassarsi e stare tranquilli, molti vent’enni scelgono il libro cartaceo piuttosto che leggere un libro su uno schermo, afferma Järvinen.

La libreria finlandese (Suomalainen Kirjakauppa) afferma che più del 30 per cento delle vendite totali annuali è dato dal commercio nel periodo di Natale. Mervi Jäntti, responsabile delle vendite e del marketing della libreria, stando a quello che dicono le persone, afferma che sotto Natale sono ricercati maggiormente i libri del vincitore del premio Finlandia, Acquerelli dalla città di Engel (Akvarelleja Engelin Kaupunginsta) e Harry Potter e la maledizione dell’erede.

Secondo Jäntti, la nostrana narratura di genere rientra nel gruppo dei favoriti perenni. Ad esempio il testo di Jari Tervon, Matriarka e il testo di Ilkka Remes, Kiirastuli, sono stati tra i più venduti. Per i bambini, invece, sono stati comprati, in modo particolare, i libri Tatu ja Patu e Risto Räppääjä. Nel genere saggistico interessano maggiormente le biografie, così come JHT/Cheek.

Järvinen pensa comunque che il Natale sia il periodo dei classici. Ad esempio il libro Sinuhe l’egiziano (Sinuhe egyptiläistä) viene richiesto giornalmente.

Afferma, inoltre, che la vendita natalizia riserva tante aspettative.

– Con ciò vediamo che tipo di vendita annuale abbiamo ricavato quest’anno. Il Natale per la libreria, è assolutamente, la stagione più importante dell’anno.

Kommentointi on suljettu.

css.php